Consigli Non Richiesti

Vorrei inaugurare una rubrica per gli scrittori in erba, aspiranti tali e facenti funzione. In pratica colleghi, poiché io stesso sono uno di loro.
Perché consigli, però? Che consigli potrei dare io che sono sulla strada, che non sono arrivato da nessuna parte?
Un po’ di chiarezza.

Da che ero bambino la mia più grande ambizione (=sogno) era scrivere. La mia testa turbinava di fantasie, storie e avventure, la mia mano tentava di scriverle pur essendo priva di tecnica e caparbiamente studiavo parole, leggevo per prendere esempio, chiedevo laddove potessi farlo.
Negli anni, questo avrebbe poi preso il nome di talento.
Cos’è il talento? Un’abilità innata, un approccio spontaneo, un gesto naturale che viene bene e un sacco di altre cose che, fondamentalmente, vogliono solo dire che sei POTENZIALMENTE bravo a fare qualcosa.
Dico ‘potenzialmente’ perché il talento non basta, ci vuole lo studio, la pratica, la costanza e tante altre cose. Tra cui anche, diciamocelo, anche un poco di culo.
Ho scritto sempre tanto, in giro per casa ho interi libri di poesie e diversi romanzi che, a leggerli oggi, mi fanno un po’ sorridere. Lo stile è mutato, non è certo materiale presentabile a una Casa Editrice, così nell’autunno 2012 ho pensato di avvicinarmi ai forum letterari. Avevo appena terminato un libro che mi era costato sei anni di fatica, un testo ambizioso ma che a rileggerlo forse lo era troppo. La consapevolezza di aver bisogno di consigli e di ulteriore tecnica non fu piacevole. Immaginate di uscire freschi e attizzati per la vostra opera, un perfetto ma qualificato estraneo la legge e vi dice “Non sono riuscito a finirla, faccio troppa fatica a leggerla”.
E’ diverso da quando la mamma ti diceva ‘bello!’, l’estraneo non prova amore incondizionato e non ha alcun interesse a farsi bello con te.

Fu così che mi unii al FIAE (Forum Indipendente Autori Emergenti), forse la cosa più saggia che ho fatto dal 1974 (perché nascere non è sempre molto furbo, ma d’altronde non dipende da noi).
E’ passato poco tempo da allora, per il momento in cui scrivo, ma ciò che ho imparato e sto ancora imparando è notevole. Fondamentale.
Quando un autore in erba gironzola per blog e si vede quasi insultato perché spamma il suo libro autoprodotto, preso in giro per certe cose che scrive o per la loro qualità credo che invece di incazzarsi dovrebbe fermarsi a riflettere. Non farò il gotha, io sono uno di quelli che si incazzava, che gli altri non capivano nulla, che la mia era arte e per questo andava compresa.
Consigli Non Richiesti parte dal presupposto che quanto appena detto è un’emerita stronzata.
Consideratelo un diario di viaggio, man mano che imparo una lezione la scriverò e se, autore emergente, leggendola t’incazzi sappi che l’ha scritta uno che fino a poco tempo fa era come te.
Riflettici.

Annunci

Un commento su “Consigli Non Richiesti

  1. Che dire, Fabrizio? Commossa per la citazione di Fiae e soprattutto per il fatto che Fiae ti sia utile. 😥 (lacrimuccia). Ma sai benissimo che sei parte di Fiae e che tutti noi “vecchi” impariamo e abbiamo imparato anche da te, attraverso il tuo apporto e la tua competenza. Quindi un mutuo servire e servirsi. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...