Memorie dal Tardis (II)

Oggi ricordo Gabriele. Avrebbe la mia età, se fosse ancora vivo. Avrebbe una casa tutta sua e una donna che lo ama, se fosse ancora vivo. Magari avrebbe pure dei figli.
Ma ha lasciato tutto una notte di agosto 2012, lo ha fatto in un modo inaspettato, senza avvisaglie. Qualcuno si è interrogato a lungo, e a ragione, su come sia stato possibile, ma nessuna autopsia, nessuna ricerca sarebbe in grado spiegare perché uno come lui sia morto così giovane.
Gli anni e le vicissitudini ci hanno separato, nemmeno eravamo amici per la pelle, ma di lui ho sempre conservato un ricordo divertente. Rivederlo dopo tanto tempo è stato bello, avrei voluto ripetere l’esperienza ed era pure possibile, ma qualcosa ha interrotto i programmi.

Tra un paio di mesi gli diremo addio anche virtualmente, la sua pagina Facebook sarà cancellata di comune accordo e non lo avremo tra noi nemmeno per finta.
Buffo. In quest’era digitale puoi rimanere vivo anche per gioco, puoi ricevere messaggi, auguri di buon Natale, Pasqua e compleanno senza bisogno che respiri.

E’ una sciocchezza, ma lascio un piccolo testamento: non cancellatemi quando accadrà a me. Dite che sono morto, tanti saluti e buonanotte. Mettete una mia foto, se volete, una bella però, e lasciatemi lì.

Fatemi giocare al vivo e voi fate finta che non sia morto.

Image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...