Coda di lettura 2013

Dicono che in Italia si legge poco, e questo mi pare evidente.
Dicono anche che abbiamo più scrittori che lettori, e già qui non sono d’accordo, ma è vero che abbiamo molti scrittori che, purtroppo, non leggono.
E’ un po’ come parlare di calcio senza aver mai tirato una pedata al pallone, per quanto mi riguarda.
Così provo ad alzare la media, fin’ora mi sono sparato appena sei libri e vorrei concludere l’anno almeno con dodici.
Prendiamolo come un diario di viaggio, anche per motivarmi o perplimermi di eventuali ritardi. Ho una vita complessa, divisa tra famiglia, un lavoro di merda, il kung fu e numerosi spostamenti, quindi in teoria sarei il classico italiano medio che non legge adducendo assenza di tempo.
Siccome sono convinto che sia una stronzata, vediamo che ho letto da marzo a stamane:

Bentesoi
Nient’altro che amare
Verso la luce
Strix Julia
Breve Guida al Suicidio
La Prigione delle Paure

Prossimo: Crisalide Rosa di Cristiana Privari, poi Drak’kast di Fabrizio Corselli.
Al rientro dovrò acquistare altri libri perché li ho finiti, anche se c’è Piter…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...