Doctor Who meets Little Red Riding Hood

Vi segnalo un bellissimo articolo pedagogico che illustra un interessante e da me condiviso punto di vista sul valore della fiaba.

Negli ultimi dieci anni ho assistito a una corsa per dare la caccia a certi toni usati in queste fiabe, proclami che denunciano una presunta pericolosità sociale per i nostri figli.
Fortunatamente poco o quasi per nulla ascoltati, perché le fiabe continuano a essere un grande mezzo per far conoscere ai bimbi non solo i libri, ma soprattutto le STORIE.
Talvolta mi chiedo se raccontare a mia figlia di tre anni che il lupo si mangia nonna e Cappuccetto Rosso sia effettivamente truce, poi mi rendo conto che non solo io sono cresciuto lo stesso quasi normale (il quasi però credo sia dovuto a qualcosa di genetico), ma che lei non si spaventa all’idea perché sa che poi verrà il cacciatore a prendere a cinquine la povera bestia.
Essendo sangue del mio sangue alza però una saggia obiezione: come fanno a stare nonna e Cappuccetto Rosso dentro il lupo? Le dico che è come il Tardis, dentro è più grande. E lei capisce, perché guarda il Doctor Who, si imbarella con la sigla.

Doctor Who Meets Little red riding hood

Quando mi chiederà come fanno a uscire intere invece che masticate sarà un po’ più dura.
Poi, va beh, da grandi ci scagliamo contro il cacciatore perché ci spara piombini sul tetto, ma è un’altra questione. E il lupo è una razza a rischio estinzione.
Non confondiamo la finzione con la strana realtà, sono fiabe.

Comunque leggete l’articolo, è molto bello.

http://www.autosvezzamento.it/perche-i-bambini-hanno-bisogno-delle-fiabe/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...