Il Cavalier Buffone: Le donne del Viandante

Focus On:
-I protagonisti femminili-

Le donne hanno un ruolo FONDAMENTALE ne Il Cavalier Buffone, sebbene il protagonista sia maschile l’influenza che queste hanno su di lui, in un modo o nell’altro, saranno il motore della sua crescita.
I comprimari maschili, invece, aggiungono l’elemento saggezza a complemento di ciò che il Viandante impara proprio dalle signore. Trattandosi ANCHE di una storia con elementi sentimentali, va da sé che donzelle e signore esercitino anche un altro tipo di molla sul nostro amico.

Vediamole un po’, a grandi linee, appiccicandoci sopra qualche immaginetta fantasy sparata fuori da Google.

Jamie Swift

Jamie Swift

Jamie è il personaggio più importante di tutto il romanzo. Non è solo colei che conduce il Viandante al Grifone Lussurioso, dando il via alla storia, è anche il pozzo di conoscenza da cui lui attinge in continuazione.
Jamie Swift nasce da un personaggio che ho interpretato in Ultima Online, è scaltra, simpatica, allegra e socievole, soprattutto benevola nei confronti del suo compagno di viaggio, il nano Jimmy (a cui ha affibbiato il suo cognome facendolo passare per parente).
Una barda, una musicista di liuto, potessa e anche ballerina, dotata di una carica carismatica inarrestabile e di una bellezza frizzante. La sua passione per l’arte e la musica la portano in giro per tutta Finisterre, guadagnando quanto basta per campare. Jamie è la fornitrice ufficiale di storie, la maggior parte dei racconti escono dalle sue labbra, così come le canzoni di intermezzo.

«Lieta fu la sera che giunsi da lontano per raccogliere nei volti e nei sorrisi storie senza tempo, senza età. Lieta fu la sera in cui, al crepitar del fuoco, udii da voi avventure e versi, ora nobili e ora villani, e lieta fu la sera in cui appresi tra queste calde e dolci mura del tesoro della vostra compagnia, per me assai più preziosa d’ogni gemma. Mai regalo mi fu più gradito se non quello che or mi date, ascoltando queste sonate…»

Aurora

Aurora

La bella cameriera del Grifone Lussurioso, a ben vedere, non è tutta ‘sta gran bellezza monumentale. E’ bella a modo suo, un tipo, graziosa e sorridente, cordiale e disponibile. Ciò non tragga in inganno: Aurora è furba e dotata di una personalità potente, che pure non snatura la sua essenza femminile.
Una compagna, una dama, una madre, una salvatrice: il suo potenziale sembra illimitato nella sua stessa umiltà.
Ispirata da una ragazza conosciuta molti anni fa e di cui porta le precise fattezze, Aurora è un personaggio importantissimo che influirà in modo decisivo gli eventi.

«Ammiro il modo in cui affronti le cose. Non rammenti nulla del mondo in cui ti trovi, e di conseguenza non ne sai praticamente niente, usi, costumi, abitudini. Assorbi ogni cosa, impari da zero come un bambino ma con la coscienza di un adulto: credo che tutti dovremmo nascere così»

Mia Dulcecor

Mia Dulcecor

E dopo Jamie e Aurora vediamo Mia Dulcecor. Ispirata a un personaggio giocato in rete da un’amica, Mia è un chierico, una sacerdotessa guerriera dai modi nobili e dotata di grande coraggio. E’ posata, saggia, fiera, eppure si dimostra cordiale e compassionevole nei confronti del nostro Viandante.
Nasconde molti segreti e starà al lettore scoprirli…

«A me sorprende ancor di più un uomo che non ricorda nulla di sé e del suo passato»

Lorelei Destat

Lorelei Destat

Questo è uno dei miei personaggi preferiti. In mezzo a tante donne buone e dolci, anche se forti, ci doveva stare qualcuno a compensare. Lorelei è una ranger, popolazione in via d’estinzione, è altezzosa e forte come un toro, abile spadaccina e formidabile arcere, capace di seguire tracce e di non perdersi mai.
Dopo un inizio turbolento prende confidenza col Viandante, pur senza mai sbilanciarsi: Lorelei è un personaggio più freddo, le cui passioni sono tenute a freno da un’ambizione che non ha alcuna intenzione di rivelare.

«Non ho mai avuto bisogno di nessuno, ho la forza che mi occorre per sopravvivere»

Sonya Shu

Sonya Shu

Cara. Cara Sonya. Il mio primo personaggio creato per giocare in rete, una ranger dotata di una forza sovrumana, tanto da rivaleggiare con uomini grossi come armadi. Arcere imbattibile, carattere fiero ma che ama le lusinghe. Saggia e paziente, la sua apparente freddezza è pura tattica: ella sa attendere il proprio momento.

«Colui che decanta l’amore impazzisce per amore»

Ginevra

Ginevra

Non un vero e proprio personaggio attivo, Ginevra nasce anch’ella da una ragazza corteggiata in gioventù. Donna nobile la cui storia è narrata nel poema “La Dama Ginevra e il Superbo Viandante”, decantato da Vil a un certo punto del romanzo.

Il sorriso d’ella, gli occhi verdi e il rossore de la sua chioma
che richiamava in cuore dell’ammirante passione mal celata
si disse che il desio che allora provò di averla tra le braccia
superò ogni arroganza e velleità, che quelle mani bianche
volle avere tra le sue, come redini del piacere e della gioia

***

Bene, panoramica terminata, alla prossima vediamo di parlare un po’ dei maschi, così pareggiamo le quote blu.

Bar

Il Cavalier Buffone

Dove Acquistarlo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...